SEZIONI NOTIZIE

Proiettile e minacce a Conte e all'Inter, nel calcio l'odio di chi si odia.

di Luca Ronchi
Vedi letture
Foto

Ennesimo episodio agghiacciante in un mondo del calcio che, sarà pure lo specchio della società, ma non finisce mai di stupire in peggio. Un mondo intriso di odio, dove ogni individuo si sente libero di sfogare tutte le sue frustrazioni represse impunemente. Un mondo che dovrebbe essere gioia, allegria, unione, diventa l'ennesimo pretesto di divisioni, insulti, odio di persone che prima di odiare gli altri, odiano fondamentalmente loro stessi e la vita vuota con cui devono sopravvivere. E' da 11 anni (apertura del sito) che provo a portare un minimo di cultura sportiva a Bergamo, ma la situazione è sempre peggio. Se dico queste cose, sono attaccato da tutti, perchè senza il calcio sarebbero anime perse, degli ologrammi della vita senza nessun motivo per esistere in questo mondo. Povere anime, provo pena per loro e chi gli sta intorno. . 

Dalla Gazzetta, una bellissima lettera di Walter Veltroni.

L’allenatore dell’Inter, uno dei più famosi tecnici del calcio mondiale, è da venerdì sotto vigilanza. Lui e l’Inter hanno ricevuto una pallottola corredata da minacce e messaggi di odio.

Da diversi giorni una senatrice della Repubblica di 89 anni, testimone della Shoah, è sotto scorta. Due notizie assurde, lontane e diverse, ovviamente, ma unite da un virus che si sta diffondendo senza apparente reazione nelle società moderne: l’odio. Una cantante sta male? Un calciatore subisce un furto violento in casa?
I veneziani patiscono per un’alluvione? Una ragazza che fa giornalismo in televisione, dopo aver combattuto una battaglia
con il cancro, muore?

In ognuno di questi casi, e in infiniti altri, gli haters, dei pirla calzati e vestiti, partono all’attacco con il dito intriso
di fiele e di rancore, di intolleranza e di violenza. Sì, di violenza. Una minaccia non è una parola nel vento, è un atto di violenza che muta la vita di chi la riceve.
Sia chiaro, sono pochi, e bisogna stare attenti a non trasformarli nel “senso comune” al quale si finisce per adeguarsi, come fosse lo spirito del tempo. Ma quel veleno circola e ha, al fondo, l’intolleranza verso quello che è altro da sé. Che sia un’idea politica, un colore della pelle, una religione, persino
un tifo calcistico. L’altro
da sé è un ostacolo,
un fastidio, un’anomalia.
Un nemico da eliminare. Non ci si ascolta più , ci si urlano, con le vene gonfie, certezze assolute, fatte poi di cartapesta. Un allenatore non deve avere la vigilanza, un giocatore non deve essere fischiato e insultato per il colore della pelle, e, soprattutto, una donna che onora, testimoniandola, la memoria del dolore italiano, non deve avere paura di nessuno, in un paese civile.

Un tempo si diceva , come espressione dispregiativa, che la politica o la televisione stavano diventando rissosi e violenti come il calcio. Ora temo sia il contrario.Che il male della società moderna, l’odio tra gli umani, stia dilagando, a livelli sconosciuti prima, anche in quello che è e resta un gioco, il più bello del mondo. Cesare Pavese diceva «Si odiano gli altri perché si odia se stessi». L’odio fa vivere tutti male. Torniamo umani, semplicemente normali, prima che sia troppo tardi.

Altre notizie
Sabato 14 Dicembre 2019
14:06 News Ecco i 3 desideri di mercato del Gasp. Il campionato resti la priorità, la Champions solo gloria e denaro, ma poca ciccia. 00:49 News "La stampa nazionale ignora l'Atalanta" (cit). Leggetevi l'ennesimo elogio della Gazza e Sacchi
Venerdì 13 Dicembre 2019
18:07 News Il marchio Atalanta vola: tv, incassi, giocatori. 13:00 News Mercato, loro le sparano, io devo rimediare per non farvi prendere in giro. Vi escludo un giocatore. 11:35 News Percassi:"La serata più bella, Atalanta laureata mi hai fatto piangere" 06:35 News Caldara di ritorno, ma la lista è lunga. Il sogno per la difesa è pazzesco. Raiola a Bg. Rivoluzione sul mercato: giocatori già affermati. Le ultime su Kulusevski: ecco le posizioni che frenano la trattativa. Kessie o Amrabat da Ga 00:52 L'analisi del non tifoso Non c'è fine alla leggenda. La dignità di non parlare più di arbitri e Var per 10 anni. Gasperini grande mister (per l'Atalanta), piccolo uomo per il calcio. Sorteggio: dico Valencia. Grazie al Manchester....United. Bologna e Kjaer.
Mercoledì 11 Dicembre 2019
08:45 News Gomblotto! Maxi operazione della Digos piemontese, daspati 115 ultras, ma non sono atalantini. La gente diserta gli stadi per questi delinquenti, non per i buuu di 4 dementi.
Martedì 10 Dicembre 2019
13:45 News Atalanta multata per comportamento inammissibile 08:02 News Detta una volta è una bugia, mille volta diventa una verità. Quell'espulsione che spiana la strada. Gattuso al Napoli. Il calendario Champ determinante, altrochè "Prima o poi bisogna incontrarle tutte". Ilicic...
Domenica 8 Dicembre 2019
18:04 News La Lazio gioca divinamente e sogna qualcosa in più della Champions. Il Cagliari si salva a Sassuolo. Si apre una voragine tra zona Europa e zona di nessuno. La testa alla Champions non l'ho mai capita. 08:50 News Atalanta in Champions per rigori a favore. Gomblotto o... Vediamo se ci arrivate da soli. Ci vorrebbero sardine nerazzurre a difesa della sportività e civiltà contro i fomentatori di odio e rancore.
Sabato 7 Dicembre 2019
17:01 L'analisi del non tifoso L'ennesimo rigore (ed espulsione), salvano una brutta Atalanta. Errori e ingenuità, ma dopo il 70' cambia tutto. 09:42 News Daspo a 4 atalantini. Fanno le vittime, ma sono dei pallisti e delinquenti nati. Ecco come sono andati i fatti veramente. Insultare la Digos e scavalcare le barriere è normale? 06:41 News La comunicazione della società è pessima, allora ci pensa Zapata:"E'una ricaduta". Amrabat all'Atalanta, lo offre il Sommo, ma non sa che.... Barrow in uscita.
Venerdì 6 Dicembre 2019
19:00 News I falsi moralisti del finto razzismo. I problemi reali del calcio vengono ignorati per quieto vivere. 10:23 Interviste Pasalic:"Atalanta, ti porto in Europa, tu all'Europeo. Qui mi sento bene" 08:12 News Real Madrid, 80mln per Zapata? E' una cazzata, ma se fosse vero, aprite ora il mercato. Presunto razzismo, siamo alla follia!
Giovedì 5 Dicembre 2019
18:45 Interviste Ciclone Ceferin contro il Var:"Chiederò 20cm di tolleranza sui fuorigioco". Su alcuni punti,ha ragione, guai abolirla, ma può essere migliorata. 07:41 News Zapata buon anno, arrivederci a gennaio. Gasp vuoi ancora la rosa corta? Istituzioni e giornalisti ai piedi dei delinquenti