Rigoni andava aspettato, ma Gasperini ci ha litigato. Torna allo Zenit. Gomez incedibile, ma ha un prezzo.

di Luca Ronchi
articolo letto 3474 volte
Foto

Sarò brevissimo, finite le feste, il calcio torna in soffitta, ma c'è la notizia di Rigoni che lascia l'Atalanta dopo 4 mesi e torna allo Zenit. Personalmente  l'avrei aspettato come è stato fatto con Freuler, Castagne, Hateboer, Gosens, de Roon e Zapata, ma se dopo una prestazione monstre a Roma con tanto di doppietta, fa cilecca con il Cagliari e il mister lo mette subito ai margini, per dargli la mazzata finale a Ferrara, sostituendolo dopo 35', allora il problema non è tanto del giocatore, abituato ad altri ritmi, ma dell'allenatore che non lo voleva fin dall'inizio. 

Non solo, secondo i ben ben informati, pare ci sia stato un pesante litigio tra il giocatore e Gasperini. Strano, una persona così umile, mite e disponibile come Gasperini che litiga con un suo giocatore? Ohibò. 

Ieri l'Eco titolava: "Valzania, si inserisce il Parma". Oggi: "Valzania al Frosinone". Ma a loro tutto è concesso, come Perotti all'Atalanta per mister Jakob Jacobelli. 

GOMEZ- L'Atalanta, o meglio, i giornalisti locali atalantini, lo dichiarano incedibile, ma di fronte all'offerta araba di 15mln, Percassi ha rilanciato con 20. Se un oggetto non è in vendita, non ha nemmeno un prezzo, o sbaglio? Se invece è stata sparata quella cifra, è perchè a quelle latitudini, 5 mln di differenza tra domanda e offerta, sono come i nostri 5 centesimi che lasciamo alla cassa del supermercato. 

 


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy